Come ridurre l’inquinamento dell’aria in casa

Sapevi che l’aria di casa tua è dannosa per la tua salute? Ecco cosa rivelano gli ultimi studi

Secondo studi condotti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, si stima che ogni anno muoiano prematuramente 4.3 milioni di persone a causa dell’aria inquinata nelle loro case.

In Italia il problema non è meno significativo. Infatti, dati recenti indicano che oltre il 20% delle malattie respiratorie croniche sono collegabili a fattori legati all’inquinamento dell’aria indoor. Questi numeri ci mettono di fronte a una realtà inquietante: la nostra casa, apparentemente sicura, potrebbe essere un luogo di rischio per la nostra salute.

Buoni consigli per ridurre l’inquinamento dell’aria

  1. Controllare il livello di umidità in casa.
  2. Cambiare spesso l’aria in casa.
  3. Preferire prodotti naturali ed atossici.
  4. Creare spazi verdi in casa.
  5. Comprare prodotti che non rilascino sostanze nocive.
  6. Acquistare prodotti fabbricati vicino a dove si vive.
  7. Differenziare e riciclare i rifiuti.

Ma solo questo non basta….

Da dove deriva l’inquinamento indoor

L’inquinamento dell’aria nelle proprie abitazioni è dovuto ad una moltitudine di fattori, tra cui l’uso di detergenti chimici, l’uso di vernici o gli stessi materiali da costruzione usati per le pareti.

Inoltre, gli arredi e i materiali sintetici possono emettere composti organici volatili (chiamati in gergo “COV”) che contribuiscono all’inquinamento indoor della propria casa.

Come se non bastasse, chi vive in grandi città non può avere neanche il sollievo di aprire le finestre. Infatti, facendolo, smog e inquinanti entreranno nell’appartamento rendendo l’aria ancora più pericolosa.

Effetti sulla salute dell’aria inquinata

L’esposizione prolungata a determinati inquinanti trovati all’interno delle case degli italiani può causare una serie di problemi come irritazioni agli occhi, mal di testa, affaticamento e, in casi più gravi, danni polmonari e cardiovascolari.

Non meno seri sono i problemi legati al nostro cervello.

Diverse ricerche scientifiche hanno dimostrato una correlazione importante tra l’esposizione a lungo termine all’inquinamento dell’aria e il deterioramento delle funzioni cognitive. Particelle sottili, ossidi di azoto e altre sostanze inquinanti possono penetrare nel sistema nervoso causando così infiammazioni e danni ai neuroni.

Questo, nei casi più comuni, porta ad un deterioramento più veloce della salute cerebrale.

Studi condotti su studenti in aree fortemente inquinate hanno mostrato infatti risultati inferiori nei test di prestazioni cognitive rispetto a quelli che vivevano in ambienti con aria più pulita. Questo suggerisce che l’esposizione precoce all’inquinamento atmosferico potrebbe avere conseguenze a lungo termine sullo sviluppo cognitivo.

Quindi non è solo questione di proteggere te stesso ma, anche la salute dei più piccoli.

Come proteggersi dall’inquinamento dell’aria

Fortunatamente, ci sono soluzioni pratiche a questa silenziosa epidemia di cui nessuno sta parlando.

Utilizzare prodotti per la pulizia ecologici e scegliere materiali da costruzione o arredi a basso impatto ambientale sono tutte azioni che possono contribuire a migliorare la qualità dell’aria. Inoltre, l’uso di purificatori d’aria e piante depuranti può aiutare a eliminare i contaminanti presenti nell’ambiente domestico.

L’aiuto da parte della tecnologia: i purificatori d’aria

Negli anni, la scienza è arrivata ad affinare dei purificatori dell’aria in grado di migliorare tangibilmente la qualità dell’ambiente in cui viviamo.

In particolare, sono molto utili per:

  1. Ridurre gli inquinanti come polveri sottili, allergeni, pollini e sostanze chimiche nocive garantendo così un’aria più pulita e sicura per tutta la famiglia
  2. Protezione contro virus e batteri stagionali
  3. Riduzione degli odori sgradevoli in casa

Investire in un purificatore d’aria è un passo fondamentale verso il miglioramento della tua salute e del tuo benessere generale. Con i tanti benefici che offre, questo dispositivo si rivela un alleato importante nella lotta contro l’inquinamento dell’aria domestica.

Garantire un flusso costante di aria pulita non è solo un investimento nella tua salute, ma anche nella creazione di un ambiente confortevole e rigenerante in cui vivere.

Quale purificatore d’aria scegliere?

 

Da anni, Dyson è pioniere nelle nuove tecnologie per la casa.

Il loro purificatore d’aria è decisamente il top di gamma con filtro catalitico di ossidazione in grado di distrugge addirittura la formaldeide (un derivato della combustione).

Il filtro a carbonio è inoltre in grado di rimuovere il 99,95% di allergeni e inquinanti tra cui polvere, polline, spore di muffe, batteri, peli di animali domestici, COV e altri gas/odori nocivi.

Non solo! Infatti, grazie alle sue funzionalità smart potrai collegarlo al telefono per monitorare la pulizia della tua aria.

Purificatore d’aria xiaomi bhr5274gl smart air purifier 4 lite

 

Un’ottima alternativa al purificatore Dyson è invece quello prodotto da Xiaomi.

Leggermente meno performante del modello visto prima, ti consente comunque di avere sempre un’aria pulita ad un prezzo conveniente!

Per condurre una vita più sana, inizia dai respiri che fai investendo in un purificatore d’aria che possa rimuovere inquinanti, virus e batteri dall’aria di casa tua.

Noi di Emarketworld vogliamo metterci al fianco degli italiani per migliorare la loro vita consigliando i prodotti migliori in commercio.

Potrai trovare nel nostro negozio online diversi purificatori d’aria acquistabili a rate senza busta paga.

Lascia un commento

Acquista per settore

Shopping Cart

Nessun prodotto nel carrello